Chiesa della Santissima Immacolata

L'architettura sacra si sviluppa nel rione che prende il nome dal crinale dell'altura su cui sorge, Cocuzzo, ma denominato anche "Serprentone" per la disposizione dell'ampio complesso abitativo composto da palazzi di considerevole altezza e dalla forma allungata. All'interno della chiesa si nota subito la vetrata posta dietro all’altare, realizzata da artisti fiorentini, e le tavole bronzee della via Crucis che, insieme al grande Crocifisso, sono frutto della manifattura del maestro lucano Felice Lovisco. Nel tempo sono state aggiunte la vetrata interna, ad opera di Daniela Santoro, e la statuta di Padre Pio, scolpita dal maestro Viola.

sedi
Serpentone
Via Mediterraneo 54